venerdì 16 luglio 2010

La gravità non esiste!

 ..."the force we call gravity is simply a byproduct of nature’s propensity to maximize disorder"... (la forza che noi chiamiamo gravità è semplicemente un sottoprodotto della propensione della natura a massimizzare il disordine).
Un mezzo sospetto, da un pò di tempo ce l'avevo, sono in attesa però di una consulenza dal mio amico fisico teorico
Il sospetto mi nacque precisamente l'anno scorso quando abbiamo iniziato a precipitare e molte cose invece volavano in alto, sempre più in alto.
Oggi è più facile rendersi conto dei tanti che galleggiano, delle persone che ti sfrecciano sulla testa, degli inermi che calpesti. Così tutto si spiegherebbe, le C.A.S.E. con gli ammortizzatori,  i camper, le rotonde, gli aumenti autostradali, i miliardi che fluttuano nel cielo...
Insomma se non vi riuscite a spiegare come mai il nome del vostro vicino di C.A.S.A., oltre che sul campanello, lo trovate anche sulle liste della autonoma sistemazione, come mai il terremoto è rimasto in Abruzzo per poco e adesso è solo a L'Aquila; se non riuscite a farvi un'idea del perché i soldi per la ricostruzione ci sono, però anche no, ma anche del perché c'è chi dice che inutile protestare dopo che gli altri hanno preso le mazzate, insomma se non potete proprio spiegarvi come è possibile che gli albergatori sulla costa avanzino soldi che Bertolaso gli ha dato risparmiando sull'affitto, ebbene, una teoria che spiega tutto c'è: è semplicemente la naturale propensione della natura a massimizzare il disordine.


2 commenti:

  1. Felicissima di scoprire un altro blogger aquilano. Ti seguirò con interesse....

    RispondiElimina
  2. Grazie, io già ti seguo assiduamente!

    RispondiElimina